Come pubblicare

1. Invio di articoli per la valutazione

Tutti gli articoli devono essere inviati a revistaquaestiofacti@gmail.com in formato .doc o .docx.

Estensione: si consiglia che il testo non superi le 15.000 parole. Le confutazioni della sezione Congetture e confutazioni non potranno superare le 5000 parole.

Revisione: Una volta ricevuti, tutti i testi saranno sottomessi a revisione doppio cieco.
Lingue: si accettano testi in spagnolo, inglese, italiano e portoghese.

2. Norme redazionali

2.1 Presentazione del testo

1. Nome e cognome dell’autore, appartenenza accademica e indirizzo di posta elettronica.
2. Titolo dell’articolo. Se ha un sottotitolo deve posizionarsi in una linea indipendente rispetto al titolo.
3. Titolo e sottotitolo in inglese.
4. Abstract che non superi le 150 parole nella lingua in cui è redatto il lavoro.
5. Abstract in inglese, se non è già la lingua in cui è scritto l’articolo.
6. 5 parole chiave nella lingua di redazione del testo.
7. 5 parole chiave in inglese, se non è già la lingua di redazione.
8. Versione per la revisione doppio cieco. Tutti i testi devono essere accompagnati da una versione destinata alla revisione senza nessun dato dell’autore, senza ringraziamenti o qualunque altro riferimento che possa indicare la sua identità.

2.2 Presentazione del contenuto

1. Carattere e dimensioni. I testi devono essere inviati in Times New Roman 12, interlinea 1,5. Rientro prima linea all’inizio di ogni paragrafo.
2. Note. Le note devono avere dimensione 10 e interlinea singola, senza rientro. Numerazione partendo dall’1.
3. Sottotitoli. L’ordine delle intestazioni deve essere il seguente: 1, 1.1, 1.1.1, 1.1.2, 2, etc.
4. Citazioni
4.1. Le citazioni bibliografiche devono seguire il modello anglosassone. I cognomi vanno in maiuscoletto, seguiti dall’anno di edizione (quando l’autore ha diverse opere pubblicate nello stesso anno bisogna mettere lettere di fianco alla data, cominciando da a,b,c,…).
Esempio:
-Se si citano diversi autori con lo stesso cognome aggiungere l’iniziale del nome dopo il cognome:
-Se si tratta di una citazione di un articolo di rivista del quale non si menziona l’anno di pubblicazione, bisogna citare come nell’esempio:

4.2 Le citazioni nel testo principale o in nota vanno con carattere normale (i.e. non corsivo) e tra virgolette “basse”.
4.3 Se la citazione nel testo principale ha un’estensione superiore alle tre righe non va tra virgolette e deve apparire separata dal testo principale, con dimensione di carattere 10 e centrata.
5. Virgolette. Le virgolette dentro le virgolette devono essere “alte”.
6. Bibliografia. La bibliografia va alla fine, in ordine alfabetico, rispettando il formato seguente:
Libri:

iniziale del nome., anno: titolo del libro in corsivo. Luogo: casa editrice.
Articoli di rivista:
iniziale del nome., anno: “titolo dell’articolo tra virgolette basse”, in nome della rivista in corsivo, numero (se esiste numero del tomo o volume): pagine.
Capitoli di libro:
iniziale del nome., anno: “titolo del capitolo tra virgolette basse”, in titolo del libro in corsivo. Luogo: casa editrice, pagine.
Esempio:
7. Criteri da seguire per i termini: diritto (senza maiuscole); Stato; ordinamento giuridico; giudice; tribunale; fiscale; Tribunale Superiore (organismi in generale, in maiuscolo); capitolo;

3. Codice etico e diritti d’autore

3.1 Codice etico

Quaestio Facti. Revista Internacional sobre Razonamiento Probatorio aderisce alle direttive fissate dall’EASE (European Association of Science Editors) per la gestione, edizione, revisione e pubblicazione di materiali scientifici in riviste di diverse aree di studio. In conformità con queste direttive:
A) Gli autori si impegnano a inviare contributi inediti che non siano stati pubblicati in precedenza e che non si trovino in processo di valutazione da parte di un’altra rivista. L’invio di articoli per la valutazione prevede l’omissione nella versione anonima di qualunque dato sull’autore che possa essere identificato dai revisori e implica altresì l’accettazione delle norme di pubblicazione, revisione e valutazione della rivista che si elencano a continuazione, così come in ogni suo numero.
B) I revisori dei contributi si assumono l’impegno di realizzare una revisione critica, onesta e costruttiva della qualità scientifica del testo, all’interno dei loro ambiti di conoscenza e competenza. Revisioneranno pertanto un contributo solo se si sentiranno competenti nel suo tema di appartenenza e se non saranno presenti conflitti di interesse. Quaestio facti farà sapere a ogni autore e autrice, in tempo e forma adeguati, circa l’accettazione o rifiuto dei loro lavori, assicurando un’edizione rispettosa del loro stile e delle loro idee, dando loro il tempo adeguato agli effetti di correggere la versione finale prima della pubblicazione.
C) I direttori, i membri del consiglio di redazione, del consiglio editoriale e i membri del comitato consultivo si impegnano a rispettare l’imparzialità e a mantenere la confidenzialità dei contributi inviati, degli autori e dei revisori, per far sì che l’anonimato preservi l’integrità di tutto il processo di valutazione. A questo scopo garantiranno la selezione dei revisori più qualificati e specialisti nella materia per emettere un giudizio critico ed esperto sul contributo. Nei limiti del possibile eviteranno altresì qualunque conflitto di interessi e rispetteranno rigorosamente i tempi di valutazione, edizione e pubblicazione che la periodicità della rivista esige.

3.2 Diritti d’autore

L’invio di articoli per la pubblicazione su Quaestio facti. Revista Internacional sobre Razonamiento probatorio implica l’accettazione dei seguenti termini:
a) L’autore o autrice si impegna a rispettare il codice etico citato in precedenza;
b) Si concede a Quaestio facti il diritto di prima pubblicazione e il rilascio della licenza per pubblicare il testo inviato in tutte le versioni cartacee e digitali della rivista;
c) Agli effetti di qualunque riedizione, abbreviazione o traduzione di un lavoro Quaestio facti si impegna a chiedere l’autorizzazione dell’autore o autrice del testo. Nel caso in cui gli autori decidano di pubblicare nuovamente il contenuto di tutto il testo o parte di esso in un’altra sede, si impegnano in qualunque caso a far figurare nella nuova pubblicazione la previa apparizione del contributo su Quaestio facti.
Style switcher RESET
Color settings
Color 1
Background image